Seduta con uno psicoterapeuta. Che cosa dobbiamo aspettarci?

seduta-con-uno-psicoterapeuta

Se la salute fisica è di fondamentale importanza, anche quella mentale non è certo da meno, anzi. Bisogna imparare a prendersi correttamente cura della salute mentale e del benessere psico-fisico, ecco perché negli ultimi anni assistiamo ad una maggiore sensibilizzazione nei confronti dell’importanza di prevenire disturbi e sofferenza mentale, ad esempio contando sull’aiuto di un esperto come uno psicoterapeuta, come ci spiega la dott.ssa Cinzia Mamelli (sito web https://www.cinziamamelli.it/).

Ma esattamente, che cosa fa uno psicoterapeuta e che cosa potremmo aspettarci da una seduta con uno psicoterapeuta? Molte persone confondono questa figura professionale con quella del coach o quella dello psicologo, ma si tratta in realtà di professioni moto diverse fra di loro. Lo psicologo è un laureato in psicologia, iscritto all’albo nazionale e quindi abilitato all’esercizio della professione. Lo psicoterapeuta è laureato o in medicina o in psicologia ed ha ricevuto una formazione ad hoc della durata di 4 anni, e può aiutare in caso di presenza di una sofferenza psicologica molto radicata nel tempo, e quindi da far emergere con l’uso di particolari strumenti e tecniche di analisi che lo psicoterapeuta conosce grazie alla sua formazione pratico-teorica. Ma che cosa dobbiamo aspettarci, insomma, dalla seduta con uno psicoterapeuta? In che modo potrebbe aiutarci? Innanzitutto, meglio sgombrare il campo da fraintendimenti. Lo psicoterapeuta non è un mago né utilizza strumenti che, senza alcun dubbio, potranno eliminare i problemi. Uno dei fraintendimenti più comuni consiste nella frustrazione di chi, rivolgendosi ad uno psicoterapeuta, non abbia poi ottenuto quella soluzione che si aspettava e di conseguenza ritenga che la psicoterapia non serva. Lo psicoterapeuta può usare gli strumenti che ha a disposizione per cercare di migliorare la salute del paziente, partendo dal quadro iniziale e cercando di ricostruire i percorsi della sofferenza psicologica. Di certo quindi da una seduta da uno psicoterapeuta non bisogna aspettarsi nessuna formula magica che elimini, all’improvviso, la sofferenza mentale o uno stato di malessere o di disagio. Non bisogna aspettarsi di poter chiedere aiuto per persone terze, che non vogliono andare dallo psicoterapeuta. Quello che bisogna aspettarsi da una seduta con uno psicoterapeuta lo possiamo quindi riassumere in qualche concetto base.

Cosa aspettarsi dallo psicoterapeuta?

  1. Ci si può aspettare di essere ascoltati da una persona che non vi giudica, non ha preconcetti nei vostri confronti, non crede che siate pazzi, ed è disposta ad accogliere le vostre sensazioni, ricordi, impressioni, e via dicendo.
  2. C’è la massima privacy riguardo a tutto quello che si dice, a quello che proviamo, al nostro passato.
  3. Si ha la possibilità di parlare in un ambiente sicuro, protetto, confortevole, che mette a proprio agio e che è protetto da rumori, distrazioni e altre persone.
  4. Permette di provare ed esprimere le proprie emozioni, non solamente quelle positive ma anche quelle che sono in genere meno accettate socialmente, come quelle negative: rabbia, frustrazione, ansia, tristezza, panico.
  5. Non si viene giudicati dal punto di vista etico-morale per i propri pensieri, ansie, preoccupazioni: si ha la sensazione che lo psicoterapeuta non giudichi nulla e che sia rispettoso e in ascolto attento di quello che abbiamo da dire e da raccontare.
  6. Permette di cominciare la strada verso un possibile cambiamento in meglio, percorso nel quale comunque è richiesto anche l’impegno personale e non solo la professionalità dello psicoterapeuta.
  7. Permette di capire come funzionano alcuni meccanismi mentali, in che modo è possibile esserne pienamente consapevoli e, quindi, anche controllarli al meglio.
  8. Migliora la propria autostima, perché andare dallo psicoterapeuta aiuta ad avere una maggiore consapevolezza di sé, dei propri processi mentali, della salute mentale.