Osteopata per neonati: quando e perché

osteopati per bambini

Un medico osteopata può essere utile al neonato per fronteggiare problemi di varia natura

Gli osteopati sono medici professionisti, specializzati a fronteggiare problemi come dolori articolari o muscolari ma, molti non sanno che possono curare anche diverse problematiche dei bambini o addirittura dei neonati e con ottimi risultati.

Ma cosa fa nello specifico? Le tecniche dell’osteopatia pediatrica prevedono un approccio non invasivo, volto a sciogliere la tensione del corpo facendo leggera pressione in determinati punti del corpo, adatti a stimolare la capacità dell’organismo di auto-guarirsi. Come abbiamo detto si tratta di massaggi delicati che però possono correggere o curare diversi tipi di problemi infantili come:

  • coliche: tipiche specialmente nei primi mesi di vita dei piccoli;
  • reflusso che impedisce una corretta alimentazione;
  • dischezia neonatale o stitichezza;
  • asimmetrie del cranio, come ad esempio la testa piatta, provocata da un’errata posizione nel sonno;
  • ritardi nello sviluppo;
  • problemi urinari
  • disturbi respiratori

Sin dai primi mesi di vita ci si può rivolgere ad un osteopata esperto x iniziare il trattamento più adeguato alla fase di crescita del bambino. Le opinioni dei genitori che si sono affidate a questa tipologia di cura concordano tutte sul fatto che più sono piccoli più tendono a rispondere bene alle cure.

Ciascuna seduta dura in media 45/60 minuti, al massimo. Dopo il trattamento i piccoli sono molto più rilassati e dormono più tranquilli.

In diversi Paesi europei i neonati sono sottoposti di routine a screening osteopatici quando sono ancora ricoverati in ospedale. In Italia questo non accade, ma un appuntamento con l’osteopata x neonati dovrebbe essere fatto se il bimbo ha avuto una nascita complicata: travaglio superiore alle 8 ore, parto gemellare, parto pre-termine, parto podalico, cesareo,utilizzo della ventosa o della manovra di Kristeller.

Post correlati