Mini Guida Veloce ai Ristoranti Anzio

mare di anzio

Ci siamo spinti nel litorale laziale per redigere una mini guida ai ristoranti Anzio.

Arduo compito non trovate?

Anzio è una deliziosa cittadina di mare a pochi chilometri da Roma. Offre un panorama mozzafiato, un lungo mare degno di passeggiate, colline verdeggianti dove incontrare e leggere in chiave diversa l’antica storia romana.

Per non parlare poi del museo militare, dove rivivere e vedere la grande guerra, attraverso i resti di bombe, le antiche divise militari, i cannoni e le armi da guerra. Un curatissimo e visitabile cimitero per i caduti in guerra chiude il percorso storico che è possibile vedere ad Anzio.

Le passeggiate ad Anzio hanno sempre una piacevolissima conclusione mangereccia.

Siete curiosi di sapere cosa abbiamo scelto per voi?

La nostra “mini guida ristoranti Anzio” indirizzerà la vostra attenzione su dove e cosa volete gustare.

Se si desidera mangiare con vista sul mare e gustare piatti di mare dalla tradizione rivisitata, sono sicuramente una certezza i ristoranti sul porto di Anzio

Cercate qualche locale un po’ più fast senza rinunciare al gusto gourmet?

Il ristorante per aperitivi “La bottiglieria” è ciò che fa per voi, taglieri di salumi e formaggi accompagnate da infinite etichette tutte da provare.

Avete bisogno di una location adatta al divertimento?

Fate un salto a scoprire la cucina spagnola alla Cueva chef, tapas di tutti i tipi aspettano solo di essere assaggiate.

Ma se cercate il top della tradizione locale tenetevi forte:

Ristorante Anzio #1

Alceste al Buongusto ha davvero conquistato il nostro palato e il cuore, con la sua tradizione e cucina tutta a KM0 è il vincitore della nostra mini guida.

Siete venuti ad Anzio per una semplice passeggiata e qualche spiccio in tasca?

Anzio è piena di dolcissime gelaterie, dall’artigianale e cremosa gelateria Conforti, alla più innovativa gelateria vegana Mabelle.

Anzio ne ha veramente per tutti i gusti, riesce a coinvolgere tutti nella calma di questa piccola cittadina di mare, piacevolmente avvolta nelle tradizioni marine.

Una visita al porto è d’obbligo, un susseguirsi di case colorate fanno da sfondo e cornice al mare blu, alla apparente calma dei pescatori che ammainano le vele e ritmicamente tirano su le reti piene di pesci.

Canti divertenti dei marinai accompagnano e scandiscono i ritmi della vita di mare, mostrata in tutta la sua bellezza nella piazza antistante al porto.

Una visita al faro, conclude la nostra passeggiata nel caratteristico mondo dei marinai.

Ci spingiamo oltre, verso le colline rivestite dalla profumata macchia mediterranea, la riserva naturale di Tor Caldara.

I colori della terra dei resti delle antiche ville romane spiccano nel verde delle felci e dei pini.  Gli antichi resti della villa di Nerone sono tra i più grandi e ben tenuti della zona del litorale laziale. Si narra di una gran vita nella villa di Nerone, che ospitava un anfiteatro e delle terme.

Certo che ci piacerebbe anche assaporare il gusto delle onde e degli spruzzi di salsedine sulla faccia, ma ancora il mare è freddo, anche se tantissimi surfisti provano a rincorrere le onde. Anzio in estate è il paradiso delle attività sportive estreme in acqua, dal surf al kitesurf, i venti e le onde giuste in questa baia permettono agli appassionati di sbizzarrirsi nelle acrobazie acquatiche.

Noi per questo preferiamo aspettare le temperature più miti e continuare nell’attività che meglio ci rispecchia, i mangiatori ed assaggiatori.

Torneremo presto ad Anzio, magari per scoprire dove assaporare nuovi cocktail e nuovi abbinamenti culinari al chiaro di luna.

Per ora vi lasciamo questa “mini guida ristoranti Anzio” da leggere e da seguire, ci rimettiamo in macchina con la promessa di tornare presto alla scoperta del litorale laziale.