Come fare marketing fieristico

fieraLe più importanti fiere di settore sono luoghi popolati da persone interessate allo scambio di servizi, prodotti ed alla possibilità di allacciare legami di business vantaggiosi, per questo è molto importante studiare la giusta strategia di marketing fieristico per la partecipazione della propria azienda ad un qualsiasi evento.

Nel marketing fieristico ricadono tutte le analisi, le strategie e gli strumenti da rendere concreti per il raggiungimento di obiettivi concreti, tangibili e misurabili, bisogna studiare nei minimi dettagli la comunicazione da veicolare, definire e progettare tutti gli elementi che serviranno per veicolarla, lo stand fieristico, gli elementi che faranno parte dell’allestimento come monitor, led wall interattivi, tavoli, sedie, pannelli, scelta dei colori e dei messaggi, quali tecnologie integrare (QR Code, Beacon, WiFi, etc), tutte attività che devono essere progettate e pianificate.

Allo stesso tempo è necessario un piano di azione ben specifico per attirare il maggior numero di persone al proprio stand, qui possono entrare in gioco diversi fattori, la scelta della luminosità e dei colori per far emergere lo stand da quelli della concorrenza, la stessa altezza dello stand che possa essere superiore e quindi essere notato da tutte le parti del padiglione, l’invito di persone e personaggi importanti per il settore con un’attività di mailing fisico ed elettronico con inviti specifici e vantaggiosi per invogliare a visitare l’allestimento durante la fiera.

Si può pensare a personaggi di spicco del settore oppure direttori, amministratori delegati e commerciali di aziende con cui si vorrebbero creare fruttuose partnership o contratti di business, per farlo va studiato il giusto incentivo, come la realizzazione di seminari, incontri, proposte commerciali esclusive, insomma qualsiasi cosa che possa essere ideale per sviluppare l’interesse di queste persone.

Di certo non bisogna mai trascurare anche i propri clienti, spedire un invito esclusivo per invitarli a venirvi a trovare presso lo stand può essere un buon modo per migliorare la fidelizzazione, allo stesso modo se si è in possesso di liste raccimolate durante la partecipazione ad altre fiere è importante inviare comunicazioni ed inviti anche a queste persone per far sapere che si è presenti con il proprio stand alla tal fiera, dove molto probabilmente tale pubblico sarà già presente essendo interessato al settore, è un modo per “suonare il campanello” ovvero far sapere che ci siete.

Molto spesso nelle fiere di settore vengono organizzati workshop e seminari, se la vostra azienda, nel vostro campo è particolarmente ferrata e potrebbe dare un contributo di valore a questi incontri, potete pensare di richiedere di essere interpellati come esperti ed intrattenere voi il pubblico, in questo modo l’azienda viene messa in risalto ed immediatamente riconosciuta come un punto di riferimento nel settore.

Se l’evento fieristico è dotato di materiale cartaceo ed illustrativo che viene distribuito al pubblico è bene che si faccia richiesta di poter essere inseriti con un contributo di valore, potrebbe essere semplicemente uno spazio dedicato come sponsor oppure per l’invio di informazioni utili, legandosi al fatto di essere esperti in un determinato settore, questo contribuisce ad essere nelle mani di tutti ed avere un vantaggio competitivo notevole rispetto alla concorrenza.

La professionalità è tutto, le principali fiere di settore hanno un livello altissimo di presenze di pubblico settoriale, la tua azienda deve valorizzare all’ennesima potenza il marchio, le peculiarità e la professionalità che la contraddistingue, ogni elemento dello stand, il materiale di comunicazione, lo stile e la formazione del personale, ogni particolare deve essere studiato e progettato nei minimi dettagli, anche solo una piccola disattenzione può portare a non raggiungere gli obiettivi prefissati, tutto deve essere pianificato, anche lo stesso tono con cui lo staff si deve rivolgere al pubblico presente, tutto deve rispecchiare chi sei e cosa fai.

Comunicazione cartacea e comunicazione digitale, tutto il materiale che porti con te alla fiera deve essere specifico e preciso, deve trasmettere i tuoi valori in modo chiaro, semplice, efficace e diretto, pochi tecnicismi, ma tanta sostanza, il che non vuol dire realizzare opuscoli da 100 pagine, ma scegliere quelli che sono i contenuti e gli elementi ad alto impatto, una immagine vale più di 1000 parole, nel momento in cui partecipi all’evento sei sotto gli occhi di tutti, devi farti ricordare e stimolare il pubblico a “volerne sapere qualcosa di più” sulla tua azienda e su quello che può fare per loro.

Prima di partecipare all’evento fieristico, crea una comunicazione specifica per presentare e far sapere che l’azienda parteciperà a quella determinata fiera, usa i social media, usa le riviste di settore, dai anticipazioni, crea curiosità attorno alla tua partecipazione, fai in modo che prima che l’evento inizi le persone abbiano già l’interessi di venire a trovarti.

Durante la fiera si possono usare social come Twitter per controllare se esistano discussioni attorno all’evento fieristico e potertici infilare dando qualcosa di utile che possa far pendere l’ago della bilancia dalla tua parte, per questo è bene che lo staff presente in fiera sia in grado di gestire le attività social della tua azienda o ci sia almento una persona come referente, si potrebbero anche invitare tutti gli utenti presenti sui social e presenti all’evento a passare dallo stand per conoscersi di persona e rivitalizzare la discussione faccia a faccia.

I social network possono anche essere utilizzati per raccontare “live” la fiera dal proprio punto di vista, da quello del pubblico, postando immagini, video, stralci di seminari e workshop, questo aiuta la tua azienda ed immergersi appieno nell’evento e ad umanizzare il proprio profilo verso le persone presenti all’evento.

Fare marketing fieristico ha l’obiettivo di raccogliere il maggior numero di contatti profilati per poter poi sviluppare una successiva attività di ricontatto per cercare di realizzare il maggior numero di contratti commerciali, per raggiungere questo traguardo è necessario che il pubblico e le persone siano attratte presso lo stand dell’azienda e che percepiscano un ambiente accogliente dove si trasmetta la passione per il proprio lavoro e dove ci siano persone in grado di ascoltare efficacemente quelle che sono le esigenze del pubblico e non solo di operare da funzionari commerciali.

Per concludere, tutta l’attività di marketing fieristico deve essere incentrata su un unico aspetto: focalizzarsi sul possibile cliente, su quelle che sono le sue esigenze, le problematiche da risolvere.

Se al contrario ci si concentra solo su quello che l’azienda ha da dire, il fallimento ed il mancato raggiungimento degli obiettivi è dietro l’angolo.

Fonte: www.formgroup.it allestimenti fieristici su misura

Post correlati