Aprire blog in WordPress

3007173-s-Wordpress_800x533

Nel mondo odierno, dominato da sistemi informatici e tecnologia, sono davvero tanti coloro che provano ad aprire un blog in WordPress. In effetti, tentare questa strada nella propria vita può essere una mossa saggia e vincente, specialmente in virtù del fatto che il web acquisirà ancora maggior importanza in futuro. Molti però, non hanno la più pallida idea di come è possibile creare un blog con WordPress e non conoscono nemmeno i benefici che possono derivare da esso. In tal caso, non occorre preoccuparsi: ecco la guida completa che spiega come è possibile avviare un blog con WordPress! Grazie ad essa sarà possibile comprendere cosa significa aprire un blog e come è possibile curare al meglio alcuni fattori che potrebbero realmente fare la differenza in termini di visibilità e popolarità.

Quale versione di WordPress scegliere?

Attualmente sul web sono disponibili ben due versioni di WordPress: WordPress.com e WordPress.org. Nonostante l’omonomia, i due indirizzi si distinguono totalmente per caratteristiche e modalità di creazione blog. WordPress.com risulta essere più pilotato, con opzioni semplificate ed impostazioni predefinite, offre una minore libertà ai propri utenti. Allo stesso tempo però, WordPress.com è molto semplice da utilizzare e permette di aprire un blog anche a coloro che non possiedono particolari abilità informatiche. In fin dei conti, WordPress.com è una buona soluzione se si vuole creare un blog attraverso passi elementari senza troppe pretese. Al contrario WordPress.org permette di creare un blog professionale, offrendo totale libertà all’utente per quanto riguarda ogni aspetto del portale personale. Andando sul sito WordPress.org si effettuerà il download di un software omonimo compatibile con la maggior parte degli odierni sistemi operativi. Prima di procedere poi, occorrerà acquistare un dominio internet e donargli un nome facile da ricordare, che risulti simpatico oppure attraente per i lettori. È consigliato inoltre, assegnare un nome non troppo lungo, in modo da non stancare i lettori. Dopo aver acquistato il dominio, è bene procedere scegliendo lo spazio hosting al quale appoggiarsi. Lo spazio hosting rappresenta il server dove verranno conservati ed immagazzinati i file del blog ed i relativi database. Dopo aver finalizzato queste operazioni sarà possibile iniziare a scrivere e pubblicare i contenuti sul web. Con il software scaricato da WordPress.org dunque, sarà possibile modificare e personalizzare aspetti come grafica del blog, posizione del testo sullo schermo, indicizzazione dei contenuti in ottica SEO, regolazione dei commenti, amministrazione delle discussioni e molto altro ancora.

WordPress: quali plugin scegliere?

Una volta che si è capito come aprire un blog WordPress, occorre comprendere anche quali plugin implementare nel proprio portale. I plugin sono elementi aggiuntivi che è possibile aggiungere al proprio blog; questi elementi agevolano l’utente in diverse operazioni e forniscono servizi esclusivi, con funzionalità elitarie. Ci sono alcuni plugin da installare necessariamente per chi crea un blog online tramite WordPress. Uno di questi è WordPress SEO by Yoast. Questo straordinario plugin permette di ottimizzare al meglio i contenuti scritti, in modo da renderli puliti ed adatti al web writing. Un altro plugin da non sottovalutare è Google Analytics by Yoast, che permette di associare al proprio blog il servizio web offerto da Google. Infatti, grazie a questo servizio sarà possibile consultare in qualsiasi momento statistiche e grafici che mostrano l’andamento del sito, l’indice di popolarità del blog, gli orari di maggiore affluenza e molto altro ancora. Oltre a ciò, è importante installare pure Akismet un popolare plugin che rafforza la sicurezza e la protezione del proprio blog. Akismet infatti, blocca eventuali spam che potrebbero attaccare il blog, eliminando commenti sospetti e favorendo discussioni sane tra gli utenti reali del portale web. Per aumentare le proprie condivisioni e l’indice di visualizzazione del blog, è possibile affidarsi anche all’innovativo plugin Shareaholic. L’elemento aggiuntivo in questione favorisce il collegamento con i social network ed agevola la condivisione di contenuti su quest’ultimi. Infine, si ricorda comunque di non sovraccaricare il proprio blog con plugin inutili senza reale valore. Una sovrabbondanza di elementi aggiuntivi potrebbe causare il crash del sito, mandando in tilt il server, creando problemi sia allo scrittore, sia agli utenti.

Blog con WordPress: i vantaggi

Creare un blog con WordPress porta numerosi vantaggi. In primo luogo, l’apertura di un blog risulta essere veloce, rapida e senza problematiche dovute a compatibilità o altri fattori. Poi, un blog WordPress permette sin da subito di scrivere e pubblicare contenuti di vario genere, mettendosi in gioco all’interno del mondo del web. Infine, rappresenta una vera e propria opportunità per farsi notare sia come persona sia come professionista in ambito lavorativo ed informatico.

Post correlati