5 idee per selezionare e riutilizzare le credenze antiche nel proprio arredamento

antica-credenza_800x533

Un occhio nuovo, un nuovo modo di guardare è quello di cui abbiamo bisogno per riutilizzare i mobili antichi – a volte definiti “vecchi” con inutile spregio – nelle nostre case siano esse in stile moderno o no poco importa.

Se armadi, letti, comò si inseriscono agevolmente nelle camere da letto, le credenze antiche invece si fa fatica a immaginarle in un soggiorno moderno o in un nuovo contesto. Invece, proprio le credenze antiche che abbiamo ereditato dai nonni o acquistate o viste esposte presso gli antiquari, sono proprio i pezzi di arredamento più versatili.

Vediamo 5 idee per riutilizzarle in diversi ambienti e qualche consiglio per arredare la propria casa con stile.

CUCINA

La soluzione più immediata è inserire una credenza antica in una cucina, la sua sede naturale. Nelle cucine moderne, però è la vera sfida. Dopo averla ripulita, riverniciata se necessario, tirata a lucido si può pensare di accostarla in contrasto a mobili moderni, come vicino ad un tavolo di cristallo dalle linee squadrate tipicamente moderne, molto minimale così da consentire alla credenza di spiccare nell’ambiente, senza toglierle la scena.

Quando si sceglie di inserire un mobile antico in un contesto moderno il segreto è proprio quello di valorizzarlo, di renderlo protagonista dell’ambiente, così non cozzerà linee e colori moderni, ma ne sarà esaltato il suo fascino antico.

In una cucina, in cui servirà da vetrina per stoviglie, si può anche scegliere di lasciarla a giorno o di decorare i vetri con stencil trasparenti o di rivestire l’interno con una carta che richiami i colori circostanti. Gli appassionati dei mobili ristrutturati con fai da te non avranno difficoltà a metterne a nuovo una o a decorarla nella maniera preferita.

SOGGIORNO

Riutilizzare una credenza antica in un soggiorno sarà facile se lo stile dell’arredamento è rustico o shabby chic: una volta scartavetrata, riverniciata  e laccata sarà pronta per essere inserita.

Un’idea originale è quella di pensare la credenza – ma il discorso è applicabile a diversi mobili – come un divisorio: sia essa in legno, ma anche in marmo o pietra la caratteristica principale è che lascia filtrare la luce dai ripiani.

Una credenza collocata non a ridosso del muro, ma in una parte della stanza che faccia da separè tra due diversi ambienti – l’angolo relax con il divano e quello conviviale con il tavolo da pranzo, magari  – è una soluzione pratica e intelligente per avere l’effetto di due stanze in una sola, senza la necessità di fare lavori, alzare muri e togliere luce alla sala.

BAGNO

Nel contesto di un arredamento rustico, ad esempio, una credenza antica ben curata di ridotte dimensioni, magari una o due ante al massimo, è facilmente inseribile anche in un bagno o antibagno. Risulta gradevole e utile allo stesso tempo: può contenere gli asciugamani  di scorta e per gli ospiti, le saponette, la carta nonché vi possono essere appoggiati i più diversi tipi di profumatori per ambienti. Una credenza di tono neutro, per di più, si sposa bene con ogni tipo di colore della stanza da bagno e nelle parti a vista farà da espositore per teli da bagno colorati e poutpurri intonati.

CAMERA

Sia essa la camera da letto padronale o la cameretta dei ragazzi, un libreria è sempre necessaria e fa la sua figura. Riadattare una credenza antica, magari in legno, dalle ampie vetrine, tipo quelle delle farmacie di un tempo, consente la conservazione e –  allo stesso tempo – l’esposizione dei libri della famiglia. Un mobile lucido, luminoso, portato a nuovo splendore, farà da cornice ai volumi da collezione come a quelli di lettura quotidiana. Oltretutto, è un’ottima soluzione per conservarli al meglio e al riparo dalla polvere.

VERANDA

Infine, per chi disponesse di uno spazio aperto o semiaperto per godere a pieno ogni giornata sia essa invernale o estiva, potrebbe riciclare la credenza antica dei nonni come mobile di servizio di fianco a tavolo e sedie da giardino. Adattandola alla tonalità del resto dell’arredamento sarà un vero tocco di classe e di comodità per le colazioni all’aria aperta o le cene estive servite in veranda.

Insomma, quale che sia lo stile del vostro appartamento – moderno, shabby chic, rustico, etnico, classico… – una credenza antica non può mancare. Se volete vedere cosa offre il mercato dell’antiquariato, qui potrete trovare informazioni e esempi di credenze antiche di alta qualità.

Post correlati